Chef in fiera: il divertente concorso che premia la miglior ricetta con l'uva

Iscrizioni fino al 15 settembre in occasione di AffaARinfiera dal 20 al 28 settembre ad Arezzo

Chef in fiera: il divertente concorso che premia la miglior ricetta con l'uva

Chef in fiera è la prima edizione, ideata dall’Associazione Cuochi Arezzo, Strada del Vino Terre di Arezzo e Ais Arezzo, del divertente concorso in programma ad AffaARinfiera dal 20 al 28 settembre ad Arezzo Fiere e Congressi in cui sarà premiata la migliore ricetta che sposa i prodotti del territorio con l’uva.

 

Si partecipa scegliendo la ricetta di famiglia da preparare sul palcoscenico della fiera campionaria AffARinfiera utilizzando l’uva. La ricetta deve essere inviata entro il 15 settembre alla segreteria presso Strada del Vino Terre di Arezzo.

Al concorso possono partecipare gratuitamente tutte le persone di età superiore ai 18 anni a condizione di non essere dei professionisti del settore. Ogni concorrente potrà presentare fino ad un massimo di due ricette in cui l'uva sia protagonista. Le ricette sono a tema libero, spaziando dagli antipasti, ai primi piatti, ai secondi, ai contorni e ai dolci e dovranno essere realizzate con prodotti tipici del territorio di appartenenza.

Una commissione di esperti giudicherà sulla carta le tre migliori ricette che si sfideranno direttamente sul palco di AffARinfiera. La ricetta sarà valutata sulla base di originalità, capacità di valorizzare il prodotto uva, armonia degli ingredienti, utilizzo dei prodotti del territorio e valutazione nutrizionale.

Ciascuna ricetta selezionata sarà proposta in una distinta serata dove il piatto verrà giudicato per presentazione, composizione, esecuzione e servizio. La ricetta vincitrice sarà protagonista del cooking show di sabato 27 settembre alle ore 21.00. Il vincitore, affiancato da uno chef stellato, presenterà il piatto al pubblico.

Durante AffARinfiera tornerà anche il concorso semi-serio “Penne bruciate 2014” giunto alla sua quinta edizione. Nato da un’idea del giornalista enogastronomico Claudio Zeni e dal presidente dei cuochi aretini Roberto Lodovichi il concorso vedrà cimentarsi ai fornelli una schiera di giornalisti del settore enogastronomico che dovranno cimentarsi ai fornelli di fronte ad una attenta giuria composta da chef e sommelier, dove ogni concorrente dovrà dare il meglio di sé per non vedersi assegnato il titolo di “Penne bruciate 2014″. A vincere il “non ambito titolo” sarà, infatti, il piatto peggiore il cui autore dovrà pagare pegno per l’intero anno corrente scrivendo o parlando sempre bene del mondo della ristorazione. Tutti gli altri concorrenti non vinceranno nulla se non il plauso di tutti i presenti.

Le fotografie appartengono ai rispettivi proprietari. Blog di ricette di cucina ed itinerari gastronomici - missione cucina non rivendica alcuna paternità e proprietà ad esclusione di dove esplicitata.
Vi invitiamo a contattarci per richiederne la rimozione qualora autori.

Ti è piaciuta questa pagina?
Esprimi il tuo giudizio via Social Network

Aggiungi un Commento

Locali attrezzati