Il mondo del miele si dà appuntamento ad Arezzo Fiere

Dal 14 al 16 novembre torna ApieTour nell’ambito di AgrieTour

Il mondo del miele si dà appuntamento ad Arezzo Fiere

Dalle ultime novità per l’apicoltura ad approfondimenti sull’attualità del settore. Il mondo del miele ad AgrieTour, il Salone nazionale dell’agriturismo, conferma la sua presenza con un appuntamento unico nel suo genere e per la prossima edizione in programma molte novità.

Il miele italiano è uno dei prodotti più apprezzati in tutto il mondo, non solo in Italia. È per questo che anche nella tredicesima edizione di AgrieTour, il Salone nazionale dell’agriturismo e dell’agricoltura multifunzionale, in programma ad Arezzo Fiere e Congressi dal 14 al 16 novembre, torna ApieTour – Viaggio nel mondo delle api, l’appuntamento del settore che tocca la sua terza edizione.

ApieTour è il salone nel salone promosso dall’Associazione apicoltori delle Province Toscane. Un evento pensato per tutto il pubblico, con particolare attenzione a quello degli addetti ai lavori con stand dedicati alle ultime novità in termini di tecnologia e strumenti per la produzione e commercializzazione di questo prodotto. Ad animare questo spazio inoltre momenti didattici con dimostrazioni reali su come si produce il miele di qualità. Non mancherà la possibilità di assaggiare e acquistare il miele proveniente da tutta la Toscana e non solo nel mercato dell’alveare.

In Italia si contano circa 50mila apicoltori, di cui 7.500 produttori apistici che svolgono l’attività a fini economici e ne ricavano il loro reddito principale, mentre sono oltre un milione gli alveari, per un numero approssimativo di 55 miliardi di api. La produzione media annua di miele in Italia è di 130mila quintali con un giro d’affari che super i 60 milioni di euro all’anno. Con questi numeri l’Italia si attesta al quarto posto in Europa per la produzione di miele che vede nel podio la Spagna al primo posto con 25mila tonnellate annue seguita a ruota da Francia (17 mila) e Grecia (16 mila). Cresce inoltre la tendenza alla produzione di miele biologico che dagli ultimi dati rilasciati dal Sinab rappresenterebbe oltre il 10 per cento dell’intera produzione nazionale.

Per quanto riguarda la Toscana il settore è molto importante e in evoluzione nei numeri con oltre 2mila apicoltori, 80mila alveari, una produzione annua media di 35 mila quintali di miele ed un giro d’affari stimato in 25 milioni di euro, e il cui valore reale supera il miliardo di euro se si considera il servizio di impollinazione fornito dalle api all’agricoltura toscana. Numeri che non possono far pensare a un declino del settore.

Le fotografie appartengono ai rispettivi proprietari. Blog di ricette di cucina ed itinerari gastronomici - missione cucina non rivendica alcuna paternità e proprietà ad esclusione di dove esplicitata.
Vi invitiamo a contattarci per richiederne la rimozione qualora autori.

Ti è piaciuta questa pagina?
Esprimi il tuo giudizio via Social Network

Aggiungi un Commento

Locali attrezzati