Ricetta Come si prepara un buon soffritto di cipolla?

Sembra la cosa più semplice del mondo ma non lo è...

Come si prepara un buon soffritto di cipolla?

Difficoltà

Facile

Economicità

Ingredienti

cipolla

olio extravergine di oliva

Ingredienti Principali

La preparazione

Come si fa un buon soffritto di cipolla? Sembra la cosa più semplice del mondo ma non lo è. Basta un attimo e tutto può essere compromesso! Eppure il soffritto, se realizzato bene, è il primo passo per l'ottima riuscita di un piatto. Ma come si fa? Prima cosa occorre una buona padella antiaderente così la cipolla non si appiccica e ha meno probabilità di bruciarsi, inoltre serve meno olio (ecco un po' di consigli per la scelta di pentole e padelle!). Per una questione di salute, e personalmente anche di gusto, è preferibile prendere la vostra oliera e utilizzare olio extravergine di oliva e non burro o margarina.

L'olio (un suggerimento per la quantità: utilizzatelo un cucchiaio a testa) non deve essere riscaldato troppo. La cipolla, rossa o bionda dipende dai gusti, invece è preferibile che sia tritata finemente sopra un tagliere con l'utilizzo di strumenti manuali. Quindi sì a grattugie "analogiche", coltelli e mezzaluna, no a grattugie elettriche e mixer (possono alterarne il sapore).

Ricapitolando: versare in una padella antiaderente l'olio extravergine d'oliva (un cucchiaio a persona) e metterla sul fornello medio regolando il bruciatore del piano cottura a fiamma alta. Quando l'olio diventa caldo, afferrate la padella per il manico e spargetelo su tutta la superficie circolare. A questo punto potete aggiungere la cipolla distribuendola con un cucchiaio di legno (eviterete il rischio di rigare la padella!). Dopo pochi secondi abbassate la fiamma (intorno a metà) e rimanete in attesa che la cipolla diventi dorata.

Aggiungere sale e pepe quanto basta e quando il fondo di cottura si sarà ristretto (è necessario pochi minuti) potete spegnere la fiamma o continuare nella preparazione del piatto che avete in mente di elaborare. Per amalgamare al meglio il tutto potete aggiungere del brodo utile, oltre che per dare sapore, ad asciugare il soffritto. Ricordatevi sempre di girare la cipolla e non distraetevi!

E per evitare di piangere durante il taglio della cipolla? Beh, in questo caso non abbiamo proprio suggerimenti da darvi se non quello di munirvi di fazzoletti di carta!

Le fotografie appartengono ai rispettivi proprietari. Blog di ricette di cucina ed itinerari gastronomici - missione cucina non rivendica alcuna paternità e proprietà ad esclusione di dove esplicitata.
Vi invitiamo a contattarci per richiederne la rimozione qualora autori.

Ti è piaciuta questa pagina?
Esprimi il tuo giudizio via Social Network

Aggiungi un Commento

Locali attrezzati